Carissimi Soci,

finalmente possiamo parlare di futuro, infatti da mercoledì 3 giugno torniamo operativi in ufficio con i soliti orari:

lunedì, mercoledì e sabato dalle 9:00 alle 11:00
martedì, giovedì e venerdì dalle 17:30 alle 19:00

Vi preghiamo di accede con le precauzioni del momento (mascherina e guanti).
Ancora non sappiamo quali saranno le disposizioni del nostro governo per quanto riguarda la riapertura del turismo nazionale e internazionale, e le modalità con cui dovrebbe avvenire. Stiamo aspettando e ci auguriamo che arrivino presto le linee guida per ricominciare a viaggiare in tranquillità e sicurezza.
Abbiamo comunque dovuto annullare tutti i viaggi e gite fino a tutto luglio.
Per agosto e per il resto dell’anno riconfermeremo le iniziative in calendario, qui di seguito indicate, se ci saranno adeguate condizioni.

  • IRLANDA e Isole Aran – 16-23 agosto 2020
  • HEVIZ – 16-30 agosto 2020
  • ISRAELE – 1ª decade settembre 2020
  • URBINO – 25-27 settembre 2020
  • VENEZIA – Basilica di San Marco – martedì 22 settembre 2020
  • CARINZIA – 4 ottobre 2020
  • CARRARA le cave di marmo – 17-18 ottobre 2020
  • PERÙ – 20 ottobre – 2 novembre 2020
  • HEIDELBERG – 6-8 dicembre 2020

Per alcuni viaggi abbiamo sospeso la pubblicazione dei programmi, mentre per altri occorrerà purtroppo aumentare la quota in base agli inevitabili ritocchi che i tour operator e gli alberghi ci richiederanno.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi della situazione, ma sarebbe per noi molto importante conoscere il vostro pensiero in proposito con un riscontro telefonico o via email.
Grazie in anticipo a tutti coloro che vorranno rispondere.

Share

Cambogia tra mitologia e riti

Nel complesso di Angkor Wat una interessante “galleria” ci fa apprezzare la grande maestria degli artigiani khmer: una sequenza di bassorilievi dei quali la nostra guida, Kim, ci racconta le storie ed i personaggi. Sono ottimamente conservati rispetto ad altri poiché protetti dalla volta della galleria che fortunatamente è integra ed ha protetto i manufatti dalle intemperie.

Continua la lettura

Share

Chiusura sede

Cari Soci,
in conformità alle ultime disposizioni emanate dal Governo ed ai ripetuti appelli ai comportamenti da rispettare per impedire il diffondersi del ‘Coronavirus’, abbiamo deciso di sospendere tutte le iniziative programmate per il mese di maggio 2020.

La sede CTG gruppo Belluno rimarrà chiusa sino a nuove disposizioni.

Supereremo questa emergenza sanitaria, ma dobbiamo tutti impegnarci con grande senso di responsabilità e alto senso civico.

La segreteria

Share

Laos e Cambogia

tra le acque del Mekong e i siti di Angkor

Come una scolaresca. Il gruppo dei 16 citigini, tenuti sotto controllo da Loris, in Laos e Cambogia hanno dato l’idea che il tempo per loro non fosse trascorso. Come giovinetti, infatti, erano presi da emozioni che mutavano giorno dopo giorno: curiosi, meravigliati e affascinati dalle bellezze della natura e dei templi. Siti indimenticabili e luoghi che, come il maestoso Mekong, richiamavano ricordi di gioventù, terribili e anche mitici di una guerra lontana lungo quel fiume di cui allora capivamo ben poco.

Continua la lettura

Share

Corso di storia e cultura locali

L’Ottocento a Belluno
Storia, Società e Cultura

Dopo due cicli dedicati al Settecento, secolo che ha riservato notevoli sorprese sul ruolo avuto da Belluno, soggetto attivo e integrato in un panorama alquanto vario, i nuovi incontri sono incentrati sul difficile momento di transizione tra il Governo della Serenissima e la Dominazione austriaca e francese, sulle dinamiche sociali tra vecchia nobiltà e borghesia, sul mondo dell’economia, sulle manifestazioni culturali, sempre all’altezza di una consolidata tradizione.

Continua la lettura

Share

Proposte viaggi 2020

Ci sono tanti modi per intraprendere un viaggio.
Di solito c’è una meta precisa e il percorso non conta,
anzi più veloci si arriva meglio è.
Poi in un momento veniamo scaricati
in una realtà lontana dalle nostre esperienze quotidiane.
Credo che ad affascinare e riempirci di emozioni sia,
non tanto la meta quanto il viaggio in sé.
È la somma del vissuto,
attimo dopo attimo,
che crea lo spessore di un’avventura.
La vera destinazione di un viaggio è il viaggio.

Continua la lettura

Share

Mongolia

Impressioni dal viaggio ‘Mongolia

Uno dei primi europei a recarsi in Mongolia fu fra Giovanni di Plano Carpino nel 1247. Venti anni giusti dopo la morte di Genghiz Khān (Temüjin), quando regnava il suo terzogenito, Ögödei Khan principe illuminato ma alcolizzato (a lui si deve la rete di comunicazione postale a cavallo). Il frate minorita nacque in un paesino (in bellunese sarebbe “Pian del Carpen”) tra Perugia e Cortona. Nei suoi scritti rammenta i Samoiedi tra i popoli della Tartaria che occupavano i pascoli tra l’Altai mongolo e le sorgenti dello Yenissei. Tra i suoi affluenti c’è l’Angara, emissario, dalle parti di Irkutsk, del lago Baikal. Il lago riceve le acque del Selenge e dell’Orchon, fiume che abbiamo guadato il 21 luglio apprezzando le qualità dello UAZ. Veicolo tanto brutto quanto efficace, assemblato dal 1966 a Ul’janovsk, città russa così nominata nel 1924 in onore di Vladimir Il’ič Ul’janov, per gli amici Lenin, che vi nacque quando la città si chiamava Simbirsk. Ma qui si esce dal seminato!

Continua la lettura

Share

I Cieli del Nord

Impressioni dal viaggio ‘Le tre Capitali del Nord

Potrei parlarvi per ore dei cieli del Nord. Vi racconterei della luce limpida, dell’azzurro intenso, della luminosità fino a ora tarda, delle nuvole gonfie, dei contrasti e delle sfumature di colore che si andavano via via disegnando lassù.
E potrei dirvi dell’effetto cromatico straordinario che le case colorate di Copenhagen, Helsingør, Stoccolma creavano con il blu del cielo.
Potrei parlarvi del tramonto dopo le dieci di sera sulla nave che ci ha portato da Oslo a Copenhagen e della luna che poi è sorta per chiudere in bellezza il giorno così lungo.
Potrei parlarvi anche del cielo birichino di Stoccolma che, improvvisamente oscuratosi durante il nostro giro in battello, ci ha sorpresi con un nuvolone giunto inaspettato che si è tramutato in acquazzone fragoroso e ci ha costretti a cercare veloce riparo.
E potrei dirvi del mio stupore e della gratitudine nei confronti di questi cieli così belli, del ricordo vivo, intatto che mi porto dentro.

Nidia

Share

Sull’onda del profumo… dell’Elba

Vi siete mai chiesti che importanza hanno i profumi?
Quelle misteriose, lievi sensazioni olfattive che arrivano inattese, sull’onda di qualche intima situazione e ci riportano ad un tempo passato, ad un ricordo nascosto, ad un ritaglio di vita impensabilmente importante.
Il profumo è la magia di un incontro, un saluto alla propria anima, può determinare il nostro stare bene o male in una situazione, può trasformare l’idea di un ambiente, arricchire ed accarezzare le nostre conoscenze, il nostro bisogno di libertà.
Quando profumiamo di “buono” il mondo si avvicina, ci sorride, respira con noi ed il nostro passo lascia una scia sulla quale il tempo poi annoterà.

Continua la lettura

Share