Pasqua in Terra di Siena 🗓

image_pdfimage_print

9-14 aprile 2020

la città e il contado

Gli argomenti per un viaggio possono essere tanti. Anche un’opera d’arte che abbia la forza di emozionare e di raccontare, come il ciclo di affreschi Allegoria ed effetti del buono e del cattivo governo, ospitato insieme ad altre meraviglie nel Palazzo Pubblico di Siena. Al di là dei significati profondi ed attuali che si possono trovare in queste opere di Ambrogio Lorenzetti, c’è il perché Siena e le sue Terre siano così: si capisce che la città è intesa come luogo di scambio, che il contado rappresenta la ricchezza, che l’armonia tra città e campagna è la sola prospettiva di buon governo, che la pari dignità tra tutti i “sudditi” della Repubblica è la regola.
Partiamo dunque, alla scoperta di queste Terre, unite, oltre che dalle vicende storiche, anche da una grande bellezza.

Programma

1° giorno – Giovedì 9 aprile: VERSO SIENA
Di buon mattino partenza in pullman dal P.le Stazione di Belluno (via Ponte nelle Alpi, autostrada) verso la Toscana). Soste di ristoro lungo il percorso. All’arrivo a Siena, dopo il pranzo libero, incontro con la guida ed inizio delle visite, partendo da Piazza del Campo che dal 1300 è il centro della vita cittadina, mercato e luogo di raccolta dei Senesi per gli eventi politici, le feste, le giostre; il Palio su tutti. Visiteremo il Palazzo Pubblico, da più di 700 anni sede del governo della città. Ci sposteremo poi verso la Piazza del Duomo, per scoprire un altro gioiello, l’Ospedale di Santa Maria della Scala, antico ospizio sorto lungo la via Francigena, ed oggi uno dei più prestigiosi complessi museali d’Europa. Trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere prenotate, cena e pernottamento.

2°giorno –Venerdì 10 aprile: SAN GIMIGNANO E VOLTERRA
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per San Gimignano, una delle mete più suggestive della Toscana per l’intatto aspetto medievale caratterizzato da numerose torri, per i monumenti e i tesori d’arte. Visita guidata del borgo e della Collegiata Romanica dagli splendidi interni. Trasferimento a Volterra, arroccata su un colle, cinta da imponenti mura edificate a partire dal periodo etrusco, caratterizzata da severi palazzi e da case torri di cotto. L’altro colore che connota Volterra è quello dell’alabastro.
Pranzo in ristorante in corso di visite. Al termine, rientro in hotel a Siena per la cena ed il pernottamento.

3° giorno – Sabato 11 aprile: LE CRETE SENESI
Prima colazione in hotel e giornata dedicata a scoprire (e fotografare) le Crete Senesi, l’area a sud-est della città. Qui la vite e l’olivo lasciano spazio a distese di campi coltivati, attraversati da strade bianche e file di cipressi, ma anche a calanchi e biancane, tipiche formazioni di terra grigiastra. Asciano, il principale paese della zona, con un piccolo centro storico in parte circondato da mura medievali, offre panorami “da cartolina”. Buonconvento presenta al visitatore di oggi, come già al pellegrino medievale, il blocco compatto delle sue mura, con due sole porte di accesso al di là delle quali si rivela un bellissimo borgo dall’atmosfera sospesa: un “Bonus Conventus”, appunto. L’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore completa l’escursione nelle Crete. Casa madre dei benedettini Olivetani, consta di un complesso di edifici dei secoli XIV-XVIII; il più alto interesse è dato dal ciclo di affreschi del Signorelli e del Sodoma nel Chiostro grande, e dal suggestivo panorama sulle terre circostanti. Pranzo in corso di visite. Cena e pernottamento in hotel a Siena.

4° giorno – Domenica 12 aprile: LA VAL D’ORCIA
Prima colazione in hotel ed intera giornata dedicata alla scoperta della Val d’Orcia. Inizio delle visite con San Quirico d’Orcia, uno dei gioielli della valle, per la cinta muraria, la Collegiata di San Quirico e Giulitta dai bellissimi portali, gli Horti Leonini, giardino all’italiana d’impronta rinascimentale e… viste mozzafiato sui paesaggi circostanti. Continuazione con Montalcino, caratteristico borgo noto soprattutto per il vino Brunello. Il punto più alto della cittadina è occupato dalla fortezza pentagonale risalente al 1300, che ingloba alcune strutture preesistenti. Nel pomeriggio, dopo il pranzo pasquale, scoperta di Bagno Vignoni, che deve la sua fama alla piazza d’acqua, alimentata da una sorgente termale. Tutto intorno, case di pietra, balconi fioriti, piazzette, botteghe di artisti ed artigiani creano un suggestivo insieme architettonico. Rientro in hotel per la cena ed il pernottamento.
Tempo a disposizione per la Messa pasquale.

5° giorno – Lunedì 13 aprile: SAN GALGANO E MONTESIEPI – SIENA
Prima colazione in hotel e trasferimento poco fuori città per la visita di un luogo “magico”: il complesso composto dall’Eremo di Montesiepi, leggendaria sede di sepoltura del Santo Graal, e dalle rovine della grande Abbazia Cistercense di San Galgano, di grande suggestione sia per la posizione che per il fatto che ha per soffitto…il cielo.
Rientro a Siena, dove si completeranno le visite con uno dei simboli della città: il Duomo,uno dei più grandi esempi di architettura gotico-romanica in Italia, con le sedi museali ad esso collegate.
Pranzo in corso di visite e cena e pernottamento in hotel.

6° giorno – Martedì 14 aprile: IL CHIANTI E RIENTRO
Partenza dopo la prima colazione per le colline del Chianti e soste panoramiche nei più caratteristici scorci e borghi di questa zona. Il Chianti offre un susseguirsi di paesaggi unici, contraddistinti da dolci e verdi colline, ampie distese di vigneti e oliveti, piccoli borghi, caratteristiche pievi e case coloniche di pietra. Sosta per una visita in cantina e pranzo in ristorante con menù tipico. Nel pomeriggio partenza per il rientro a Belluno, con arrivo previsto in serata.

Per ragioni tecniche o di opportunità o il programma potrebbe subire delle variazioni, pur rimanendo inalterato nella sostanza.

Programma dettagliato in sede

Share
from to
ical Google outlook Turismo Viaggi