Le cave di marmo di Carrara 🗓

image_pdfimage_print

14-15 marzo 2020

ai confini della realtà

La magia delle cave ci abbaglia come una visione.
È il frutto dell’interazione tra duemila anni di storia umana e le caratteristiche ambientali di un territorio la cui particolare origine geologica, e il successivo modellamento geomorfologico, hanno reso unico al mondo. L’enorme bacino delle cave di marmo di Carrara è infatti il più pregiato al mondo, materia prima immortalata nelle opere di Michelangelo e dei più grandi scultori esistiti, ma anche testimonianza grandiosa del lavoro dei cavatori Carraresi.

Programma

Sabato 14 marzo – Belluno/Carrar

Ore 6:00 – partenza in pullman GT dal P.le Stazione di Belluno (via Ponte Alpi, autostrada) per Carrara. Soste di ristoro e pranzo LIBERO lungo il percorso. Chi volesse usufruire della fermata allo Stadio è pregato comunicarlo in Sede.

Arrivo a Carrara, incontro con la guida e inizio della visita alle cave di marmo. Nel percorso sarà possibile vedere lavorazioni in marmo di epoca romana, medioevo e rinascimento. Si entrerà poi nel cuore estrattivo della cava di marmo, proprio dove ogni mattina i cavatori si ritrovano per “spaccare la roccia bianca”. Qui si osserveranno i moderni macchinari: le lame per il taglio del marmo, il filo diamantato, le ruspe e gli escavatori.
La visita di questa zona d’Italia non può che concludersi con una passeggiata a Colonnata, per assaggiare un cibo antico ed unico al mondo, il “lardo di Colonnata”, possibilità di acquisto.

Al termine rientro in hotel, cena e pernottamento.

Domenica 15 marzo – Carrara/Belluno

Dopo la prima colazione visita guidata di Camaiore, che si trova lungo il cammino della Via Francigena, con splendido centro ricco di storia e tradizioni, dalla tipica pianta a maglie ortogonali, conserva all’interno delle mura molti gioielli artistici quali la celebre Collegiata del 13° sec. con il bel campanile in stile romanico e la Badia Benedettina di San Pietro fondata nel VII secolo.

Pranzo LIBERO.

Nel pomeriggio visita guidata di Pietrasanta, ribattezzata “La Piccola Atene”, offre un patrimonio culturale ed artistico meraviglioso ed impressionante. Per la sua posizione strategico-militare e per l’importanza che ricopriva grazie alla sua economia, Pietrasanta divenne oggetto di disputa e conquista da parte Pisana, Genovese e Fiorentina.

Al termine partenza per il rientro a Belluno, con sosta di ristoro lungo il percorso, ed arrivo in tarda serata.

N.B. – Sarà valutata la possibilità di assolvere al precetto festivo.

Programma dettagliato in sede

Share
from to
ical Google outlook Appuntamenti Gite Turismo