Carinzia

4 ottobre 2020

borghi e castelli

Grande quanto le Marche e tre volte meno abitata: la Carinzia, regione austriaca meridionale al confine con Italia, è nota per monti (il Grossglockner sfiora i 4mila metri) e laghi (sono 1.270, con i quattro più grandi che si estendono sull’80% dell’intera area lacustre regionale). Ma oltre alla natura c’è di più: castelli e borghi, città e tradizioni.

Programma

Ore 6:00 – Partenza da Belluno (p.le Stazione) – via Ponte Alpi e autostrada verso Tolmezzo. Chi volesse salire allo Stadio è pregato comunicarlo. Sosta di ristoro lungo il percorso.
Arrivo a Friesach, borgo medioevale della Carinzia, incontro con la guida e visita. La cittadina deve le sue passate fortune alla posizione strategica sulla via commerciale tra Venezia e Vienna; all’epoca coniava persino proprie monete. Oggi restano da vedere e fotografare la cinta muraria del 1331, varie torri, un granaio perfettamente restaurato, l’ampia chiesa di St. Bartholomäus.
Terminate le visite proseguimento per Gurk dove si visiterà il Duomo maggior attrazione della città, costruito tra il 1040 e il 1200 è il capolavoro dello stile romanico in Austria.

Al termine pranzo in ristorante.

Pomeriggio: tour guidato del castello di Hochosterwitz, che si trova in una delle valli più belle della Carinzia e si leva una roccia calcarea di 150 metri, visibile dalle montagne e colline circostanti, viene menzionato per la prima volta nell’860 e con i suoi 14 portoni storici lungo il sentiero del maniero, Hochosterwitz è uno dei castelli rinascimentali più importanti ed impressionanti dell‘Austria.
Il panorama unico che il Castello di Hochosterwitz offre al visitatore è impressionante alla Saualpe, le montagne di Friesach e Gurktal, Ulrichsberg e Magdalensberg, le Alpi di Gerlitzen e Villach, una parte delle Caravanche, l’altopiano del Ducato di St. Veit e i numerosi castelli e rovine adiacenti.

Terminate le visite partenza per il rientro, sosta lungo il percorso, e arrivo previsto in serata.

Programma dettagliato in sede