Isole Lofoten 🗓

image_pdfimage_print

23–27 febbraio 2017

il fascino dell’aurora boreale

Per oltre un mese, nel nord della Norvegia, la fredda notte artica assorbe ogni cosa. Il sole, celato agli sguardi, sembra determinato a non sorgere mai più, all’apparenza resta immobile, appena sotto l’orizzonte …. ma in realtà non è così.  Le macchie solari sulla superficie dell’astro sono in continuo fermento e, mentre sul Sole l’attività magnetica non cessa mai (anche se i nostri occhi non lo possono vedere), sulla Terra succede qualcosa di incredibile che anche noi possiamo scorgere…

collage_lofoten

Vedere un’aurora boreale ti lascia a bocca aperta, ti contorce lo stomaco, ti lascia davvero senza fiato …. l’inverno alle Lofoten è la stagione dei colori!
Le luci appaiono di notte, quando il cielo è scuro. Come un balletto celestiale di luce nel cielo notturno, fatto di rosa, verdi e viola che sembrano quasi la tavolozza di un pittore.

Programma

giovedì 23 febbraio: Venezia/Francoforte/Oslo/Evenes/Harstad
Partenza da Belluno per l’aeroporto Marco Polo di Venezia, disbrigo formalità doganali ed imbarco sul volo di linea Lufthansa per Francoforte, con coincidenza con volo Oslo e per Evenes. Trasferimento a Harstad; cena e pernottamento in hotel.

venerdì 24 febbraio: Harstad/Refsnes/Flesnes/Melbu/Fiskebol/Svolvær
Dopo la prima colazione partenza in pullman per Refsnes per l’imbarco sul traghetto per Flesnes; sbarco e proseguimento per Langøya, sosta alla fattoria Inga Sami Sida e visita al Parco delle Renne. I Sami sono una popolazione indigena che raggiunge il numero di circa 75 mila abitanti, stanziati per lo più nelle regioni più settentrionali della Finlandia, Svezia e Norvegia. Come qualsiasi altro gruppo etnico che si rispetti i Sami hanno la propria storia, la propria cultura e le loro attività lavorative: hanno dunque un’identità veramente molto spiccata. Le renne rappresentavano, tradizionalmente, pressoché l’unica risorsa dei sami, visto che da essa ricavavano le pelli per gli abiti e per le dimore, la carne, le bevande, le ossa e le corna per realizzare strumenti e utensili.
Pranzo LIBERO. Al termine della visita partenza per Melbu per l’imbarco sul traghetto per Fiskebol. All’arrivo trasferimento a Svolvær, è un punto di partenza ottimale per la visita alle isole Lofoten e molti artisti sono rimasti ispirati dalla loro luce; cena e pernottamento in hotel.

sabato 25 febbraio: Svolvær/Leknes/Borg/Å/Svolvær
Dopo la prima colazione intera giornata dedicata alla visita delle isole Lofoten e dei loro spettacolari paesaggi lungo la strada panoramica che le attraversa. Il territorio è caratterizzato da montagne, che finiscono a strapiombo sul mare e una ricchezza di isole, che attraggono molti turisti per la loro particolare bellezza.
La costruzione della E10, e di una serie di costosi tunnel e ponti stradali, ha permesso di congiungere direttamente tutte le principali isole dell’arcipelago, rendendole maggiormente accessibili anche agli autoveicoli.
Le Lofoten si trovano oltre il circolo polare artico. Nonostante ciò, il clima è caratterizzato da temperature piuttosto miti principalmente grazie alla corrente del Golfo. Questo raro avamposto deserto offre un paesaggio di maestose montagne, fiordi profondi, colonie di uccelli marini starnazzanti e lunghe spiagge per il surf e le mutevoli condizioni climatiche e i magnifici giochi di luce hanno attratto artisti in quest’area per diversi decenni. Pranzo LIBERO.
Si visiteranno il Museo Vichingo di Borg, con interessanti reperti dell’Età del Ferro e poi l’isola di Å, gemellata con il comune di Sandrigo (VI) con il Museo del Baccalà. Paesaggio insolito con coloratissime casette in legno e con le caratteristiche rastrelliere dove i merluzzi sono messi ad essiccare al freddo vento artico. Rientro a Svolvær per la cena e pernottamento.

domenica 26 febbraio: Svolvær/Bodø
Dopo la prima colazione mattinata dedicata al completamento dell’esplorazione dell’Arcipelago. Pranzo. Nel pomeriggio trasferimento al molo per l’imbarco sul traghetto per Bodø, il suo fascino principale sta nel vasto cielo e nelle aspre vette che la incorniciano. La città ha la popolazione più densa di aquile di mare al mondo, motivo per cui la città è spesso definita Capitale delle aquile di mare. Trasferimento in hotel, cena LIBERA e pernottamento.

lunedì 27 febbraio: Bodø/Oslo/Francoforte/Venezia
Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco con volo Lufthansa per Oslo in coincidenza con il volo per Francoforte; all’arrivo proseguimento per Venezia e quindi rientro a Belluno in pullman

N.B. – Non si può mai avere la certezza al 100% di vedere l’aurora boreale, prodotta dalle particelle solari, essa rientra nella categoria dei fenomeni ottici dell’atmosfera, cui appartengono anche i fulmini, gli arcobaleni e le glorie.

Nonostante le Isole Lofoten si trovino così a nord nell’emisfero boreale, grazie all’influsso della Corrente del Golfo, della Corrente Nord Atlantica e della Corrente Norvegese il loro clima è piuttosto mite rispetto a quello di altri luoghi alla stessa latitudine: a febbraio, il mese più freddo, la temperatura media minima è di -3°, e la media massima è di 1°.

combine_lofoten

Programma dettagliato in sede

 

Share
from to
Turismo Viaggi