Sabatambientali autunno 2019

Escursioni nella natura, arte, storia e tradizioni della Val Belluna e dintorni


Sabato 28 settembre 2019

Carve di Borgo Valbelluna: Tra meli, murales e viste panoramiche
La nostra uscita inizierà da una azienda agricola a Campo, dove la titolare Enrica Balzan ci illustrerà la sua coltivazione, rigorosamente biologica, di mele. Dopo aver visitato la chiesetta dedicata a San Lucano (ristrutturata nel 1741), la passeggiata proseguirà verso la frazione di Carve per ammirare i “murales” che raccontano le vicende di alcuni suoi abitanti. Al termine si potrà salire in cima allo svettante campanile di Carve (alto ben 41 metri), da dove si può apprezzare il panorama su tutta la Val Belluna.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Carve parcheggio del cimitero ore 15:00
Durata: circa  3h
Dislivello: contenuto
Interesse: agricolo e antropico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 5 ottobre 2019

Belluno: dalle stalle alle stelle e ancora alle stalle
Ascesa e crollo di una famiglia che ha fatto la storia di Belluno e della sua Provincia nel corso dell’Ottocento. Passeggiata dal centro di Belluno fino al nucleo storico del cimitero urbano alla scoperta delle tracce lasciate dalla nobile famiglia de’ Manzoni, con riferimento a storie belle e brutte che hanno avuto come protagonisti i suoi componenti.

Appuntamento: a Belluno – Piazza Duomo di fronte all’Auditorium ore 14:30.
Durata: circa 2h30′
Dislivello: nessuno
Interesse: storico e architettonico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Michele Buoso (cell. 333/9572357)


Sabato 12 ottobre 2019

Chies d’Alpago: Il Museo di Storia Naturale
Ideato 25 anni fa da Ivan Fossa, appassionato naturalista di Puos d’Alpago, raccoglie in un’unica struttura la grande ricchezza naturalistica e la notevole biodiversità del territorio bellunese.
Gli allestimenti sono distribuiti nei tre piani dell’edificio, allestito nella ex Scuola Elementare di Chies d’Alpago, e propongono, con indirizzo didattico, interessanti collezioni e reperti di tutte le sezioni delle Scienze Naturali riferibili alla Conca dell’Alpago e all’intera provincia di Belluno.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30
Durata: circa 2h
Dislivello
: assente

Interesse: naturalistico
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


NOTE GENERALI

Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, da distribuire tra gli occupanti di ogni
mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili collaborazioni esterne, per le
quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) 
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera n. 1, nelle ore di apertura 
(tel. 0437/950075) o da Margherita (0437/752494 339/4495929)




Sabatambientali primavera 2019

Escursioni nella natura, arte, storia e tradizioni della Val Belluna e dintorni


Sabato 18 maggio 2019

Vittorio Veneto:
Un ambiente urbano tra pareti rocciose e acque impetuose, passeggiando intorno al castrum di Serravalle

Passeggiata illustrata nell’antico borgo di Serravalle, l’antico centro abitato che centocinquant’anni fa, unito a Ceneda, andò a formare l’attuale città di Vittorio Veneto. Si potranno ammirare palazzi e chiese, fra le quali l’oratorio dei Santi Lorenzo e Marco collegato al dismesso ospedale dei Battuti, quasi in riva al Meschio.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30
Durata: circa 2h30′ / 3h
Dislivello: minimo
Interesse: antropico, artistico
È previsto il pagamento di un biglietto di € 2,00 per l’ingresso all’oratorio dei Santi Lorenzo e Marco.
ATTENZIONE! Date le dimensioni dell’oratorio che visiteremo, viene fissato un tetto massimo di 20 partecipanti e pertanto occorre effettuare l’iscrizione presso il CTG.
Calzature e abbigliamento: comodo

Accompagnatore: Michele Buoso (cell. 333/9572357)


Sabato 25 maggio 2019

Trichiana: visita a una azienda agricola e degustazione
Meta della nostra uscita sarà l’Azienda Agricola “Nel Giardino di Fien”, a pochi chilometri da Trichiana, dove Cinzia, con entusiasmo e competenza, cura un esteso frutteto caratterizzato da vecchie varietà locali di ciliegie, mele, pere, pesche, albicocche, biricocco, susine, prugne, fichi, cachi, isole (antica e locale varietà di cachi), more di gelso (bianche e nere), cornioli, Kiwi arguta, nocciole e noci. Seguirà poi una degustazione con formaggi locali, presentati dal ‘Maestro Assaggiatore’ ONAF Gino Triches, abbinati con le confetture prodotte in Azienda, in un’ avventurosa esperienza sensoriale che non mancherà di stupirci.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Trichiana davanti alla chiesa ore 14:45.
Durata: circa 2h30′
Dislivello: minimo
Interesse: agricolo e gastronomico
È previsto un contributo di € 7,00 per la degustazione.
ATTENZIONE! Stante le dimensioni del locale degustazione, viene fissato un tetto massimo di 30 partecipanti e pertanto occorre effettuare l’iscrizione presso il CTG.
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 1 giugno 2019

Biadene di Montebelluna: il Memoriale Veneto della Grande Guerra
Localizzato nel complesso monumentale di Villa Correr Pisani di Montebelluna, il Memoriale Veneto della Grande Guerra (MEVE), di recente inaugurazione, è uno spazio interattivo e multimediale dedicato ai conflitti e agli eventi che hanno segnato l’ultimo secolo della nostra storia a partire dal primo conflitto mondiale.
Con i suoi 2.300 mq di esposizione propone un nuovo modo di guardare alla guerra in relazione all’ambiente, ai paesaggi, agli apparati e agli uomini che ne sono stati protagonisti con l’obiettivo di interpretare il nostro presente.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:00 oppure a Cesana di Lentiai di fianco alla Pandolfo alle 14:30
Dislivello: nessuno
Durata: circa 2h
Interesse: storico, culturale
L’ingresso al Memoriale prevede il costo di un biglietto di € 5,00 + la spesa della visita guidata che sarà suddivisa tra i partecipanti
ATTENZIONE! Trattandosi di una visita guidata, viene fissato un tetto massimo di 25 partecipanti e pertanto occorre effettuare l’iscrizione presso il CTG.
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


NOTE GENERALI

Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, da distribuire tra gli occupanti di ogni
mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili collaborazioni esterne, per le
quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) 
Iscrizioni obbligatorie: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera n. 1, nelle ore di apertura 
(tel. 0437/950075)
Informazioni: Margherita (0437/752494 339/4495929)




Sabatambientali

autunno 2018

Il ciclo autunnale dei Sabatambientali, organizzato dal CTG, si è svolto regolarmente a cavallo di settembre e ottobre, sfruttando giornate quasi estive.
Con la prima uscita sabato 29 settembre ci siamo recati a Feltre a visitare il nuovo Museo Diocesano sito in Via Paradiso. Ad accoglierci la dott.ssa Tiziana Conte, curatrice del Museo, che ci ha accompagnato di sala in sala, illustrandoci con competenza e passione i vari pezzi esposti e i locali finemente affrescati, riservandoci qualche curioso aneddoto sul lavoro di recupero e restauro di alcune opere d’arte. L’ala nuova, recentemente restaurata, ha affascinato tutti i presenti e suggestivo è stato il colpo d’occhio verso Feltre affacciandosi dalle finestre.

Sabatambientali autunno 2018

Sabato 6 ottobre il tempo ci ha quasi tradito ma ci siamo ritrovati lo stesso in quasi una ventina a Mel a percorrere le stradine di Follo, dove Michele ci ha illustrato la Chiesa di S. Gottardo e la storia di alcune famiglie che hanno vissuto nel passato nella località zumellese. La sempre affascinante Carrera ci ha condotto alla piazza di Mel, ora uno dei “Borghi d’Italia” nonché fregiata dalla bandiera arancione riconoscimento conferito dal Touring Club Italiano, non prima di essere entrati nell’androne di un antico palazzo, grazie all’ospitalità della proprietaria.

Sabatambientali autunno 2018

Il ciclo si è concluso sabato 13 ottobre a Caralte dove siamo stati ospiti dei Gruppi Vallesane del Cadore e Zafferano Dolomiti. In più di trenta persone abbiamo assistito alla spiegazione e prova di intaglio dei collari in legno che, in occasione della suggestiva transumanza, addobbano le capre vallesane, mansuete capre dal vello molto folto e lungo e dalla particolare colorazione metà nera e metà bianca, che abbiamo poi raggiunto al pascolo. La visita è proseguita attraverso un boschetto per scendere al ponte sul Piave dove, una volta, sorgeva il Cidolo, una specie di chiusa artificiale, costruita interamente in legno, che fungeva da sbarramento per i tronchi che fluitavano lungo il fiume provenienti dal Cadore. Giunti a Sacco, piccola borgata in comune di Perarolo, abbiamo potuto vedere come si coltiva lo zafferano, con alcuni fiori dall’acceso color lilla già pronti per essere raccolti entro qualche ora. A concludere la visita un assaggio di alcuni formaggi di capra e gustosi dolcetti allo zafferano, oltre alla spiegazione da parte di una esperta cuoca di alcune semplici ricette da fare con il cosidetto oro rosso.
Anche stavolta abbiamo quindi scoperto alcune delle ricchezze della nostra provincia, territorio che non smette mai di sorprenderci per la varietà e l’interesse dei suoi luoghi.

Sabatambientali autunno 2018




Sabatambientali autunno 2018

Escursioni nella natura, arte, storia e tradizioni della Val Belluna e dintorni


Sabato 29 settembre 2018

FELTRE: il Nuovo Museo diocesano di arte sacra
A vent’anni esatti dal primo progetto, e con solo tre mesi di chiusura totale al pubblico, il Palazzo Vescovile di via del Paradiso a Feltre riapre ai visitatori. Nei suoi locali nasce il Nuovo Museo Diocesano di Feltre e Belluno che in 27 sale raccoglie un impressionante numero di opere d’arte di elevatissimo spessore. Accompagnati da una guida ci verranno svelati i suoi tesori e i segreti di un restauro condotto seguendo la più complessa delle filosofie, quella che conserva il racconto del tempo aprendo contemporaneamente lo spazio al nuovo.

Appuntamento: Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Feltre parcheggio in Pra del Moro ore 15:00
Durata: circa 2h
Dislivello: nessuno
Interesse: culturale
La visita prevede il costo di un biglietto di ingresso di € 5,00 più la spesa della guida € 40,00 che verrà divisa tra i partecipanti.
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 6 ottobre 2018

MEL: da Fol alla piazza di uno dei “Borghi più belli d’Italia”
L’itinerario ci permetterà di conoscere l’abitato di Follo e la sua chiesetta quattrocentesca ricca di affreschi e altre opere d’arte, ma contraddistinta anche dalla presenza di segni della devozione popolare nei riguardi di San Gottardo. Da qui saliremo verso Mel lungo l’antica strada denominata “Karera” e, durante il tragitto, avremo l’opportunità di osservare tracce della presenza di importanti famiglie del luogo e di conoscere alcune storie dal sapore quasi di leggenda.

Appuntamento: L’itinerario ci permetterà di conoscere l’abitato di Follo e la sua chiesetta quattrocentesca ricca di affreschi e altre opere d’arte, ma contraddistinta anche dalla presenza di segni della devozione popolare nei riguardi di San Gottardo. Da qui saliremo verso Mel lungo l’antica strada denominata “Karera” e, durante il tragitto, avremo l’opportunità di osservare tracce della presenza di importanti famiglie del luogo e di conoscere alcune storie dal sapore quasi di leggenda.
Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Mel parcheggio del Kanguro ore 14:45
Durata: circa 2h30′
Dislivello: circa 100 metri
Interesse: antropico, artistico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Michele Buoso (cell. 333/9572357)


Sabato 13 ottobre 2018

CARALTE: lo Zafferano ovvero l’oro rosso della Dolomiti
Arrivati a Caralte – località Cima Molino – parcheggeremo le auto nello spazio Marmi Cadore.
Ospiti del Gruppo Zafferano Dolomiti ci verrà data dimostrazione dell’intaglio artigianale dei collari in legno che vengono fatti indossare alle caprette Vallesane durante la transumanza. Ci verrà descritta la loro razza e visiteremo il loro pascolo. Breve trasferimento a Sacco, piccolo borgo sul greto del Piave e visita alla coltivazione dello Zafferano Dolomiti, con descrizione della qualità della spezia coltivata nel Bellunese.
Seguirà un momento conviviale con degustazione di prodotti derivati dal latte di capra, Plum cake e Mignon di pasta frolla allo zafferano e il Cremoso allo Zafferano Dolomiti.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30
Dislivello: minimo
Durata: circa 2h30′
Interesse: naturale e antropico
Calzature e abbigliamento: comodo adatto a camminare sui sentieri e sui prati.
La visita prevede il contributo di € 5,00
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


NOTE GENERALI

Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, da distribuire tra gli occupanti di ogni
mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili collaborazioni esterne, per le
quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) 
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera n. 1, nelle ore di apertura (tel. 0437/950075)
o da Margherita (0437/752494 339/4495929)




Ciclo primaverile 2018

Escursioni nella natura, arte, storia e tradizioni della Val Belluna e dintorni

Sabatambientali


Sabato 12 maggio 2018

Crocetta del Montello: La Tipoteca (Via Canapificio n. 3)
Faremo la visita guidata del più importante polo museale italiano di cultura tipografica e design del carattere; potremo così conoscere la storia e l’evoluzione della stampa, osservando decine di tipi di caratteri e fare la conoscenza dei protagonisti della loro progettazione.
Al termine effettueremo un laboratorio di composizione e stampa, utilizzando i caratteri e gli strumenti, come veri e propri tipografi.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Lentiai davanti allo stabilimento Pandolfo ore 14:50
Durata: circa ore 2,30
Dislivello: nessuno
Interesse: culturale
Calzature e abbigliamento: comodo
Visto che si tratta di una visita guidata è necessario effettuare la prenotazione presso la sede del CTG negli orari di apertura
(tel. 0437/950075).

La visita prevede il costo di un biglietto di € 7,00 che saranno raccolti direttamente prima di entrare.
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 19 maggio 2018

Sospirolo: Tra borgate e chiesette
Accompagnati da un esperto locale inizieremo il nostro giro partendo dalla nuova piazza di Sospirolo per imboccare poi la strada, che passando alle pendici del Monte Sperone, conduce a Case Tonet. Il percorso è vario, strada asfaltata, strada sterrata, prato e sentiero nel bosco. Un breve tratto ripido in discesa richiederà un po’ di attenzione! Dopo aver superato Pascoli arriveremo alla chiesetta di San Michele Arcangelo, patrono degli spadaccini e maestri d’arma, e da lì, oltrepassato il ponte di Regolanova, saliremo alla chiesetta di S. Giuliana che visteremo. Da questo balcone il panorama spazia dalla Valle del Mis a nord all’intera vallata bellunese e le prealpi a sud. Il giro si concluderà nella piazzetta di Mis, dove avremo fatto in modo di portare alcune auto per recuperare gli autisti.
Avvertenza: Si raccomanda vivamente l’uso di scarponcini e abbigliamento da escursione. A giudizio dell’organizzazione l’itinerario potrà essere ridotto e/o subire delle variazioni a seconda delle condizioni di percorribilità dei sentieri.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Sospirolo parcheggio del cimitero ore 14:45
Durata: circa 3 ore
Dislivello: circa 100 metri
Interesse: antropico, artistico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 26 maggio 2018

Belluno: Intorno al Bosco delle Castagne
Un escursione per ricalcare le orme dei martiri della libertà e riscoprire tracce di storia, archeologia industriale (fornaci abbandonate), fede ed arte (chiesette campestri); il tutto accompagnato da ampi scorci panoramici sulla periferia ovest della nostra città.
Difficoltà: non eccessiva, a parte due brevi tratti ripidi nella prima parte del tragitto;
Avvertenza: Si raccomanda vivamente l’uso di scarponcini e abbigliamento da escursione. A giudizio dell’organizzazione l’itinerario potrà essere ridotto e/o subire delle variazioni a seconda delle condizioni di percorribilità dei sentieri.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30
Dislivello: 150 in salita ed altrettanti in falsopiano/discesa
Durata: circa 3/3 ore e mezza
Lunghezza: indicativamente 5 chilometri
Interesse: storico, artistico, antropico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Michele Buoso (cell. 333/9572357)


NOTE GENERALI

Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, da distribuire tra gli occupanti di ogni
mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili collaborazioni esterne, per le
quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) 
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera n. 1, nelle ore di apertura (tel. 0437/950075)
o da Margherita (0437/752494 339/4495929)




Ciclo autunnale 2017

Brevi escursioni nella natura, nella storia e nelle tradizioni in Valbelluna e dintorni

Sabatambientali


Sabato 30 settembre 2017

Sedico: Noal da castelliere a castello
Dopo un breve tratto in salita su sentiero ben tracciato, si arriva su un falsopiano che porta al parco archeologico di Noal, dove potremo salire sulla torre, straordinario punto di osservazione sul Bellunese e il Feltrino. Alcune foto di grandi dimensioni, con indicazioni geografiche e storiche, permetteranno di riconoscere il territorio circostante. Verranno quindi illustrati i disegni e le copie di reperti, contenuti in alcune teche, risalenti alle tre età (del Bronzo, del Ferro e Medioevale) che videro la frequentazione del sito di Noal.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Sedico Piazza della Vittoria ore 14:45
Durata: circa 2:30 ore
Dislivello: contenuto
Interesse: storico e archeologico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 7 ottobre 2017

Lamon: un altopiano tutto da scoprire
Accompagnati da esperti locali inizieremo con la visita al piccolo Museo Civico Archeologico, interessante raccolta di reperti provenienti dalla necropoli romana di S. Donato. Proseguiremo poi alla volta del Municipio, nel cui atrio si trovano i resti dell’”Orsus Spelaeus” mentre la Sala Consiliare riporta sulle pareti la storia del paese di Lamon. Saliremo poi alla Chiesa di San Daniele, per terminare la visita dell’antica chiesa di S. Pietro, che sorge su un panoramico parco da dove potremo apprezzare la vista sull’intero altopiano lamonese.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Lamon davanti al Municipio ore 15:30
Durata: circa 2 ore
Dislivello: contenuto
Interesse: archeologico, artistico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 14 ottobre 2017

Mel: l’antico borgo di Samprogno
Salendo a sud di Mel, a circa 500 m di quota, si trova l’antico borgo di Samprogno dove le case raccontano storie di fatica e difficoltà ma di dignitosa esistenza. Visiteremo la chiesa della SS. Trinità e quella dedicata ai Santi Vittore e Corona, per ammirare, infine, un panorama su tutta la Val Belluna e le montagne che la proteggono a nord.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Mel parcheggio cimitero di Marcador ore 14:45
Dislivello: contenuto
Durata: circa 2:30 ore
Interesse: storico, artistico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Maurizio Lorenzet
Referente: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


NOTE GENERALI

Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, da distribuire tra gli occupanti di ogni
mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili collaborazioni esterne, per le
quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) 
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera n. 1, nelle ore di apertura (tel. 0437/950075)
o da Margherita (0437/752494)

Nota bene: il programma potrebbe subire delle variazioni, a giudizio dell’organizzazione, soprattutto
per motivi meteorologici.



Ciclo primaverile 2017

Brevi escursioni nella natura, nella storia e nelle tradizioni in Valbelluna e dintorni

Sabatambientali


Sabato 13 maggio 2017

Mezzano in Primiero: dove le legnaie diventano arte
Meta della nostra uscita è la vicina vallata del Primiero, che raggiungeremo in circa un’oretta di macchina. Arrivati a Mezzano, ci incontreremo con una esperta del posto, che ci accompagnerà tra le viuzze di uno dei borghi considerati tra i più belli d’Italia. Le cataste di legna, qui chiamate “canzei”, arrichiscono le case non solo con una funzione pratica ma decisamente artistica.
Al termine della visita, faremo una degustazione con prodotti tipici locali.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30
Durata: circa 3 ore
Dislivello: nessuno
Interesse: antropico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 20 maggio 2017

Cesiomaggiore: la casa delle api e il giardino delle rose
Presso il Museo Etnografico di Seravella è stato allestito un apiario didattico a cura del Gruppo Apicoltori l’ApeRina di Cesiomaggiore, che permette di conoscere il meraviglioso mondo delle api. A farci da guida ci sarà un tecnico esperto che ci illustrerà le varie fasi della vita di questi operosi insetti. Al termine potremo fare un assaggio del loro dolce prodotto, il miele.
Nel giardino del Museo potremo, inoltre, ammirare un roseto che conta decine di diverse varietà di rose antiche, in un tripudio di colori e profumi.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Santa Giustina parcheggio della Chiesa ore 14:45
Durata: 2,30 – 3 ore
Dislivello: nessuno
Interesse: entomologico,  botanico
Calzature e abbigliamento: comodo
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Sabato 27 maggio 2017

Mel: ai piedi del Castello tra erbe spontanee e magiche grotte
Con questa uscita andremo a scoprire le piante officinali e commestibili che crescono spontaneamente nella zona di Zumelle, nei pressi del castello. Ester ci illustrerà le varie specie spiegandoci le loro proprietà e i loro possibili utilizzi anche in cucina. Terminata l’ esposizione imboccheremo un sentiero (richiede ATTENZIONE) che risale il torrente Rui e che, in circa mezz’oretta, conduce a una “grotta” dove le acque formano una pozza dal suggestivo colore blu cobalto.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o Mel rotatoria per Villa di Villa parcheggio Salinas ore 14:45
Dislivello: 100 m
Difficoltà: ATTENZIONE il sentiero per raggiungere la “grotta”, essendo sul greto di un torrente, richiede sicurezza del passo.
Durata: circa 3 ore
Interesse: botanico,  naturalistico
Calzature: scarponcini
Accompagnatore: Ester Andrich
Referente: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


NOTE GENERALI

Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, da distribuire tra gli occupanti di ogni
mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili collaborazioni esterne, per le
quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) 
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera n. 1, nelle ore di apertura (tel. 0437/950075)
o da Margherita (0437/752494)

Nota bene: il programma potrebbe subire delle variazioni, a giudizio dell’organizzazione, soprattutto
per motivi meteorologici.



Ciclo autunnale 2016

Brevi escursioni nella natura, nella storia e nelle tradizioni in Valbelluna e dintorni

Sabatambientali


Sabato 17 settembre 2016

Cultura e agri-cultura nella pieve di CADOLA

Percorso tra Cadola e Soccher per scoprire i tesori di storia e arte della chiesa pievanale di Santa Maria Nascente e riscoprire i segreti della coltivazione della canapa, con tutte le sue potenzialità che i nostri avi conoscevano e le ultime generazioni hanno trascurato.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30
Durata: circa 2,30 – 3 ore
Dislivello: trascurabile
Interesse: storico, artistico e agricolo
Calzature: scarpe comode
Accompagnatore: Michele Buoso (cell. 333/9572357)


Sabato 24 settembre 2016

CANALE D’AGORDO: storia di un Papa, storia di un paese

Visiteremo il nuovissimo Museo Albino Luciani MUSAL che ha come obiettivo quello di far conoscere non solo la vita e l’insegnamento di Papa Giovanni Paolo I, ma anche il contesto storico e ambientale che ne ha determinato la personalità. Oltre a fare una passeggiata nel Centro storico di Canale d’Agordo entreremo nella Chiesa arcipretale di S. Giovanni Battista in cui Albino Luciani ricevette i riti battesimali.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Mas davanti al panificio Fant ore 14:45
Durata: circa 2 ore e mezza
Dislivello: assente
Interesse: culturale
Calzature: scarpe comode
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)
La visita guidata prevede un contributo di € 7,00


Sabato 1 ottobre 2016

ALCONIS: un piccolo borgo ricco di sorprese

Iniziamo partendo dalla piazza di Paderno ripercorrendo un tratto della diramazione della antica via romana Claudia Augusta che ci porta nella valle di S. Martino dove si trovano i resti della chiesa omonima, demolita negli anni ’60. Qui sono state ritrovate le sepolture di due frati del periodo medioevale che testimoniano l’importanza del sito sia dal punto di vista religioso che per la viabilità del tempo.
Continuiamo la camminata seguendo la strada comunale tracciata nel 1919 e poi dismessa con la costruzione della nuova pedemontana e arriviamo alla frazione di Alconis. Qui visitiamo le chiesette della Madonna di Loreto e quella di San Michele, entrambe con le pale restaurate di recente. Degne di visita anche una casa padronale e l’antica “casa torre”.
Ritornando visiteremo il mulino di Paderno nuovamente in funzione e dove il mugnaio ci aspetterà con una simpatica sorpresa.

Appuntamento: a Belluno  – Piazzale Resistenza ore 14:30 o direttamente a Paderno di fronte alla Chiesa alle ore 15:00
Dislivello: 100 m.
Durata: circa 2 ore
Interesse: storico, culturale
Calzature: pedule
Accompagnatore: Katia Guardafico
Referente: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Note generali
Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, 
da distribuire tra gli occupanti di ogni mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili 
collaborazioni esterne, per le quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Difficoltà: nessuna
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci) e gratuita.
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera 1, 
nelle ore di apertura (tel. 0437 950075) o da Margherita (0437 752494)
Nota bene: il programma potrebbe subire delle variazioni, a giudizio dell’organizzazione, 
soprattutto per motivi meteorologici.



Ciclo primaverile 2016

Brevi escursioni nella natura, nella storia e nelle tradizioni in Valbelluna e dintorni

sabat_prim_2016

Ritornano anche quest’anno i Sabatambientali, brevi escursioni nella natura, nella storia e nelle tradizioni della Valbelluna e dintorni.

Sabatambientali


Sabato 14 maggio 2016

Lago di Santa Croce: un’oasi tutta da scoprire

Il lago di Santa Croce è il più grande bacino lacustre interamente veneto  con una rilevanza naturalistica e paesaggistica di notevole rilievo.  Esso costituisce una delle più importanti zone umide del bellunese, dove molti uccelli migratori trovano, nel periodo primaverile ed autunnale, un luogo di sosta, di alimentazione e nidificazione.
È inoltre interessante e ricco  il patrimonio floristico legato soprattutto alle stazioni umide, con una schiera di salici bianchi che, sulla riva, sono curiosamente tutti piegati verso nord, ad indicare la direzione del vento, quasi sempre presente.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30  o a Farra d’Alpago presso il parcheggio del campo sportivo ore 15:00
Durata: circa 2 – 2,30 ore
Dislivello: nessuno
Interesse: naturalistico
Calzature: si consiglia l’uso di calzature comode e adatte anche ad ambienti fangosi, che si possono eventualmente incontrare
Accompagnatore: Anacleto Boranga (cell. 333/2844906)


Sabato 21 maggio 2016

Agordo: a spasso per antiche borgate tra murales e il santo dei bambini

Passeggiata fra Prompicai, Parech e Toccol di Agordo alla scoperta delle opere che impreziosiscono le abitazioni dei paesi, illustrando aspetti di vita quotidiana, personaggi ed attività di un tempo.
L’ itinerario si dipana fra vie, vicoli e piazzette dei tre paesini, addossati l’uno all’altro, dove tabià e case offrono agli occhi dei visitatori i graffiti e le opere di pittura che Dunio Piccolin ed altri suoi colleghi artisti hanno realizzato negli ultimi anni, seguendo un progetto fortemente ispirato e voluto dalla comunità locale. Non mancheremo di visitare la suggestiva chiesetta di San Vincenzo Ferrer, piccolo santuario dedicato alla protezione e alla tutela dei bambini, che ancora oggi vi accorrono numerosi in occasione della loro festa che si celebra il lunedì di Pasqua.
La visita guidata ai dipinti sarà condotta da volontari del posto.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30  o al Mas davanti al panificio Fant ore 14:45
Durata: circa 2,30 – 3 ore
Dislivello: nessuno
Interesse: storico, artistico
Calzature: percorso su strada asfaltata, si consiglia comunque l’uso di calzature e di abbigliamento comodo.
Accompagnatore: Michele Buoso (cell. 333/9572357)


Sabato 28 maggio 2016

Feltre: il sentiero del Telva tra natura e ampi panorami

Il percorso, interamente indicato con frecce e tabelle (col simbolo Z x Z che sta per “Zermen per Zermen” l’associazione locale che ha curato la tracciatura del circuito), inizia dal centro della piccola frazione a est di Feltre, Zermen, e si snoda in senso orario attraverso stradine e sentieri sui colli del Telva. In alcuni punti particolarmente panoramici lo sguardo può spaziare dalle Vette Feltrine al corso del Piave. Nei prati di cresta  potremo osservare varie specie di orchidee, mentre proseguendo nei boschi incontreremo i tipici alberi amanti dell’ambiente più umido. Non mancano gli spunti per fare anche delle osservazioni sulla morfologia del Telva, fortemente segnato dal passaggio dei ghiacciai.

Appuntamento: a Belluno – Piazzale Resistenza ore 14:30 o a Zermen parcheggio della chiesa di San Dionisio ore 15:00
Dislivello: 150 m con saliscendi
Difficoltà: il sentiero in alcuni brevi tratti è un po’ ripido
Durata: circa 2,30 – 3 ore
Interesse: naturalistico, paesaggistico, geomorfologico
Calzature: scarponcini
Accompagnatore: Margherita Marzemin (cell. 339/4495929)


Note generali
Mezzi di trasporto: privati con spesa di euro 0,25 al km per auto, 
da distribuire tra gli occupanti di ogni mezzo.
Rientro: verso le ore 18:00 – 18:30
Animazioni: le uscite saranno guidate da animatori del CTG con possibili 
collaborazioni esterne, per le quali può essere eventualmente richiesto un contributo.
Partecipazione: aperta a tutti (soci e non soci).
Informazioni: presso la sede del Gruppo “Belluno” – Via Carrera 1, 
nelle ore di apertura (tel. 0437 950075) o da Margherita (0437 752494)
Nota bene: il programma potrebbe subire delle variazioni, a giudizio dell’organizzazione, 
soprattutto per motivi meteorologici.